Dear visitor,

You have selected our website for Italy - Italian from United States - English. You would like to stay on this website?

Rispondiamo alle vostre domande sui pavimenti

Le nostre FAQ su temi relativi ai pavimenti

Il pavimento non è un prodotto di consumo quotidiano, ma data la sua natura viene sostituito solo una volta ogni 15 anni. Di conseguenza, al momento dell’acquisto, si pongono diverse questioni che possono creare insicurezza. Qui trovate le domande poste più frequentemente e le rispettive risposte.
Se dopo aver consultato questa sezione sussitono ancora dubbi spedite una e-mail a moc.regge@gniroolf oppure contattate il nostro centro servizi!

Domande generali

Su quale standard europeo è basato il marchio CE?

Il marchio CE è basato sullo standard europeo EN 14041 e garantisce la conformità delle caratteristiche del prodotto ai requisiti di salute, sicurezza ed efficienza energetica.

Cosa significa PEFC?

Il Programma per la valutazione di schemi di certificazione forestale o PEFC persegue una selvicoltura responsabile e sostenibile e una lavorazione ulteriore controllata del legno quale prodotto naturale. Il programma garantisce la preservazione delle nostre foreste, come risorsa naturale, luogo di lavoro e area ricreativa, a beneficio delle generazioni future. Il PEFC è un accordo quadro riconosciuto a livello internazionale per la certificazione del legno e dei prodotti del legno.

I pavimenti EGGER sono adatti agli utenti su sedia a rotelle?

Quale tipo di rotelle per sedie e per mobili può venire utilizzato sui pavimenti EGGER?

Le rotelle tipo W (soft)

Cosa sono le classi di utilizzo?

I rivestimenti dei pavimenti destinati all’uso interno sono classificati in cosiddette classi di utilizzo ai sensi di ISO 10674, che contrassegnano l’area di applicazione di un certo tipo di pavimento. Le classi di utilizzo da 21 a 23 e da 31 a 34 distinguono tra le aree di applicazione “Residenziale” e “Commerciale” - con un utilizzo moderato, normale o pesante. La classificazione per classe di utilizzo è volta a facilitare ai consumatori e ai fabbricanti la scelta del pavimento giusto per la rispettiva area di applicazione. Per garantire una classificazione uniforme la classe di utilizzo viene rappresentata mediante pittogrammi standardizzati.

Com’è possibile prevenire le cariche elettrostatiche?

In caso di contatto con il metallo l’elettricità statica accumulata nel corpo di una persona può causare scariche elettrostatiche. L’accumulo di elettricità statica nel corpo umano è un fenomeno assolutamente normale. Se queste cariche non possono uscire dal corpo, prima che la carica raggiunga un determinato livello l’individuo può ricevere uno “shock elettrico” nel momento in cui entra in contatto con oggetti metallici. Questa sensazione può verificarsi in caso di cariche elettrostatiche superiori a 2 kV (chilovolt). La carica elettrostatica non può uscire dal corpo se l’umidità relativa dell’ambiente è inferiore al 40 % e se l’individuo indossa calzature con suole isolate elettricamente. In caso nell’ambiente vigano condizioni climatiche normali con i pavimenti in laminato non si dovrebbero accumulare cariche elettrostatiche superiori a 2 kV. Solo i pavimenti in laminato sottoposti a test, certificati e classificati ai sensi di EN 1815 sono considerati antistatici in conformità agli standard applicabili. I pavimenti in laminato EGGER evidenziati garantiscono una carica elettrostatica individuale UP < 2 KV e ottemperano ai requisiti della norma EN 1815 (verifica delle caratteristiche elettrostatiche).

Cos’è l’abrasione?

Con abrasione s’intende l’usura dello strato di protezione dall’abrasione. Se lo strato di protezione dall’abrasione è completamente usurato, lo strato decorativo viene intaccato e distrutto. La resistenza all’abrasione dei pavimenti in laminato viene suddivisa nelle classi AC1 - AC5 ai sensi di EN 13329. La resistenza all’abrasione dei pavimenti in laminato EGGER rientra nelle classi AC3 - AC5.
I pavimenti Design e Comfort di EGGER sono soggetti allo standard Euro 16511. La resistenza all’abrasione viene definita in base al numero di giri raggiunti e viene assegnata alla classe di utilizzo, ad esempio NK31 > 600, NK32 > 4.000 giri. Quanto più elevato è il valore, tanto maggiore è la resistenza all’abrasione.

Cosa significa “HDF”?

“HDF” significa High Density Fiberboard, ovvero pannello di fibre ad alta densità. I pannelli HDF sono costituiti da fibre di legno sottili, compresse a pressione elevata assieme a resine e collanti. La densità di un pannello HDF dovrebbe corrispondere ad almeno 850 kg/m³. Data l’elevata resistenza e lo spessore ridotto del materiale, i pannelli HDF vengono prevalentemente utilizzati come pannelli portanti per i pavimenti in laminato o multistrato e i rivestimenti modulari dei pavimenti. Inoltre i pannelli portanti EGGER “HDF Swell barrier+”, HDF Aqua+ e UWF sono resistenti in modo specifico all’umidità e quindi offrono una protezione maggiore dal rigonfiamento dei bordi.

Cos’è un poro sincronizzato?

Una superficie profondamente strutturata viene sincronizzata con l’immagine del decoro in modo da produrre una finitura con venatura del legno autentica, che riproduce minuziosamente nodi e venature.

Cosa sono i biselli?

I biselli sono i tagli obliqui in corrispondenza dei bordi delle singole tavole o motivi di mattonelle che formano un giunto a V intenzionale al momento della posa.

Domande sui pavimenti in laminato

Cosa causa il rigonfiamento del pavimento in laminato?

Normalmente il rigonfiamento lungo i bordi è dovuto all’umidità che penetra dall’alto nei giunti o nella superficie del pannello. Tuttavia, per poter causare rigonfiamenti, i pannelli devono essere sottoposti all’azione dell’umidità per un lasso temporale prolungato.

Qual è lo spessore ottimale dei pavimenti in laminato?

Lo spessore non è determinante per l’idoneità del pavimento in laminato all’area di applicazione specifica. È molto più importante che il pavimento in laminato selezionato abbia la classe di utilizzo giusta, consentita e raccomandata per la rispettiva area di applicazione.

Che tipo di materiale è il laminato?

Il pavimento in laminato è un rivestimento per pavimenti destinato all’utilizzo negli ambienti interni, contenente oltre il 90% della materia prima legno. Viene prodotto unendo diversi componenti in modo permanente sotto l’azione combinata di pressione e calore. I singoli componenti sono: lo strato resistente all’usura, la carta decorativa, il pannello di fibra ad alta densità e la carta controbilanciante.

Come deve venire smaltito il pavimento in laminato?

Il pavimento in laminato è stato classificato come un rifiuto domestico ecologicamente innocuo e quindi può venire smaltito nelle discariche e negli inceneritori. Codice rifiuto per i costruttori: 170201; codice rifiuto per i consumatori finali: 200138 (smaltimento differenziato) o 200307 (rifiuto ingombrante).

Il pavimento in laminato è conduttivo e può essere utilizzato, ad esempio, nelle sale server e/o nelle sale operatorie?

In caso di ambienti con requisiti speciali è sempre richiesto un pavimento conduttivo. Ad esempio sono ambienti con requisiti speciali i centri IT e di controllo, le sale operatorie, le unità di terapia intensiva e le aree esplosive. In questi casi l’installazione speciale di pavimenti idonei viene implementata e collegata con il sistema equipotenziale (impianto di messa a terra) dell’edificio da uno specialista in elettronica. Date le caratteristiche fisiche dei materiali a base di legno la posa antistatica dei pavimenti in laminato non è possibile.

Perché laminato e non mattonelle, linoleum o parquet?

Il pavimento in laminato offre diversi vantaggi. Il pavimento in laminato è spesso più economico delle mattonelle, del parquet e dei rotoli di linoleum e può venire facilmente posato anche da non professionisti. La superficie del pavimento in laminato è più resistente alle sollecitazioni del parquet o del linoleum e grazie alla resistenza alla luce i decori non sbiadiscono neanche dopo diversi anni. Inoltre il laminato non comporta rischi per la salute, è di facile manutenzione e ha conseguito un’eccezionale valutazione delle prestazioni ambientali. Grazie all’ampia scelta di decori e di formati esiste un laminato per ogni gusto.

Come si pulisce correttamente il laminato?

La maggior parte dello sporco può essere evitato a monte utilizzando un tappeto adeguato. Il resto del pavimento può venire pulito con l’aspirapolvere assicurandosi di utilizzare l’accessorio a spazzola. In base alla frequenza d’uso e alla quantità di sporcizia è anche opportuno passare regolarmente il pavimento con un panno umido o un mocio. Assicurarsi di pulire i biselli del pavimento in direzione longitudinale. Per una pulizia ottimale raccomandiamo di utilizzare Clean-it, il detergente per pavimenti di EGGER. Il pavimento in laminato Aqua+ resistente all’umidità di EGGER può essere pulito anche con un idropulitore.

Quali detergenti possono essere utilizzati sui pavimenti in laminato?

Un prodotto di pulizia e di manutenzione adeguato non forma strati e non penetra aggressivamente nelle zone marginali. L’utilizzo di sostanze detergenti inadeguate può produrre strati che con il trascorrere del tempo possono formare sul pavimento in laminato una sorta di pellicola che annebbia la superficie. Il nostro detergente per pavimenti specifico Clean-it è stato appositamente sviluppato. È compreso nella nostra gamma di accessori.

Il pavimento in laminato è idoneo alle persone che soffrono di allergie?

La struttura superficiale sigillata e la facilità di pulizia rendono il pavimento in laminato particolarmente adatto alle persone che soffrono di allergie.

Con il trascorrere del tempo il pavimento in laminato può cambiare colore o sbiadire?

Il pavimento in laminato, il pavimento Comfort e il pavimento Design di EGGER sono resistenti alla luce e all’esposizione ai raggi UV (luce solare). Durante l’utilizzo non si verificano scolorimenti o sbiaditure indesiderate dell’immagine del decoro.

Perché nel pavimento in laminato posato si formano degli spazi?

Il pavimento in laminato è un prodotto organico, costituito prevalentemente da fibre di legno. In base alle condizioni climatiche gli elementi possono espandersi o ritirarsi. Per questo nelle nostre istruzioni d’installazione specifichiamo che prima, durante e dopo l’installazione la temperatura dell’aria ambiente dovrebbe corrispondere ad almeno 18° C e l’umidità relativa dovrebbe essere compresa tra il 40 % e il 70 %. Se vigono le suddette condizioni ambientali i movimenti degli elementi non sono visibili.

Perché, qualche volta, dopo l’installazione, i pannelli in laminato subiscono delle deformazioni?

Si verificano deformazioni e flessioni (assorbimento unilaterale di umidità dal basso) quando gli elementi del pavimento in laminato non sono stati sufficientemente acclimatati prima della posa - ovvero non sono stati sufficientemente adattati al clima dell’ambiente - e/o, in caso di sottosuolo minerale, quando la superficie del pavimento in laminato installato non è sufficientemente protetta dall’umidità proveniente dal sottosuolo attraverso una cosiddetta “barriera al vapore”.

Perché la superficie dei pannelli di laminato è soggetta a deformazioni?

Generalmente le deformazioni del pavimento sono causate dall’inesistenza e / o dall’espansione / dal movimento sottodimensionale dei giunti. Persino punti di contatto minimi con componenti strutturali fissi sono sufficienti per causare la deformazione di singoli elementi in un altro punto.

Come si rimuovono le macchie dal laminato?

Per quanto riguarda le macchie di caffè, tè, limonata, frutta o latte si utilizza acqua tiepida a cui eventualmente è possibile aggiungere un detergente domestico acido tradizionale. Le macchie ostinate possono essere eliminate localmente con uno smacchiatore commerciale come la benzina rettificata (benzene) o il diluente. Questi prodotti non danneggiano in alcun modo il pavimento in laminato. Applicare i solventi con un panno e non applicarli mai direttamente sul pavimento. Garantire un’esposizione sufficiente all’aria fresca e successivamente utilizzare dell’acqua per neutralizzare l’area pulita.

A quale classe di reazione al fuoco appartengono i pavimenti in laminato EGGER?

La combustibilità dei pavimenti in laminato viene classificata nelle cosiddette classi d’infiammabilità. Dall’introduzione del marchio CE per i pavimenti in laminato ai sensi di EN 14041, il comportamento al fuoco viene verificato in conformità a DIN EN 13501-1. I pavimenti in laminato EGGER vengono verificati ai sensi di EN 13501-1 e classificati nell’Euro Class Cfl–s1.

È possibile posare il laminato nei giardini d'inverno?

Sì, se il clima dell’ambiente viene mantenuto stabile e vengono rispettate le nostre specifiche (vedere le istruzioni di posa).

È possibile utilizzare pulitori a vapore sui pavimenti in laminato?

Di norma no. Solo il pavimento in laminato Aqua+ di EGGER può venire pulito con un pulitore a vapore. Il pulitore a vapore deve venire costantemente tenuto in movimento.

Domande sui pavimenti Comfort

Perché il pavimento Comfort di EGGER è più caldo di altri pavimenti?

La struttura dello strato di sughero, con le sue numerose piccole sacche di aria, forma un isolamento naturale che rilascia il calore accumulato più lentamente rispetto ad altri pavimenti. Ecco perché la superficie sembra più calda quando la si calpesta.

Il pavimento Comfort è veramente più silenzioso del laminato?

Sì, soprattutto per quanto riguarda i rumori ambientali (calpestio). Grazie alle caratteristiche d’isolamento acustico della materia prima sughero, il pavimento Comfort di EGGER raggiunge una riduzione dei rumori ambientali di 14 sone, ovvero è più silenzioso del 50% rispetto ai pavimenti di riferimento (pavimenti in laminato di 8 mm su un sottotappeto di schiuma PE di 3 mm) ai sensi di IHD W 431. Con “rumori ambientali” s’intendono i rumori che si formano e vengono percepiti quando si cammina su un pavimento in laminato in un ambiente.

Quanto è delicato il pavimento Comfort di EGGER?

Grazie a uno speciale processo di fabbricazione lo strato superiore di sughero è quasi 3 volte più denso rispetto alla materia prima sughero e quindi il nostro pavimento Comfort presenta valori e caratteristiche di reazione alle intaccature e di resistenza all’impatto significativamente migliori. In caso di uso e di manutenzione adeguati il rivestimento superficiale duro e allo stesso tempo elastico del pavimento garantisce una superficie bella per anni.

Come si pulisce il pavimento Comfort di EGGER?

Grazie alla superficie sigillata il pavimento Comfort può essere pulito molto facilmente. La normale pulizia di mantenimento dovrebbe essere eseguita con la scopa, l’aspirapolvere o un panno umido.

Come viene fabbricato il pavimento Comfort di EGGER?

Il pavimento Comfort è dotato di una struttura multistrato, costituita dai seguenti componenti: strato protettivo UV ecocompatibile, stampa decorativa digitale, mantello Comfort in sughero, pannello di fibra ad alta densità e stuoia di sughero silenziosa. Durante la prima fase di produzione i due strati di sughero vengono laminati sul pannello portante. Durante la seconda fase di produzione viene applicata la stampa decorativa con l’ausilio della tecnologia di stampa digitale HD.

Quali rotelle per sedie da ufficio sono idonee al pavimento Comfort?

In generale sul pavimento Comfort di EGGER è possibile utilizzare rotelle per sedie e mobili. Le rotelle devono essere del tipo “W” (soft) e devono venire pulite regolarmente. In alternativa è possibile utilizzare tappeti/sottostrati per sedie da ufficio.

Il pavimento Comfort di EGGER comporta rischi per la salute?

Le collezioni di pavimenti Comfort di EGGER hanno conseguito il noto marchio ambientale “Blue Angel” (Der Blaue Engel) Il Blue Angel è un’etichetta ecologica del governo federale tedesco a protezione delle persone e dell’ambiente. Il Blue Angel garantisce la conformità dei prodotti e dei servizi a standard ambientali, salutari e prestazionali elevati. L’etichetta ecologica “Blue Angel” è sinonimo di efficienza energetica, di prodotti duraturi e riciclabili, realizzati con materie prime / materiali sostenibili a emissioni contenute e con una produzione di livelli di rumore ridotti.

Sotto il pavimento Comfort di EGGER è necessario installare un isolamento acustico dai rumori di calpestio?

Sotto il pavimento Comfort di EGGER con sottostrato in sughero integrato non è possibile installare altri materassini. Comunque sui sottofondi minerali deve venire sempre prima installata su tutta la superficie, fino alle pareti, una pellicola di protezione dall’umidità di valore SD > 75  m.

Durante la produzione dei pavimenti Comfort vengono utilizzati materiali che hanno un impatto negativo sull’ambiente?

No, oltre alle caratteristiche di applicazione positive il pavimento Comfort di Egger ha anche un profilo ecologico completo, che lo identifica come un rivestimento per pavimenti ecocompatibile, senza effetti negativi sulla salute (ad es. privo di PVC e senza ammorbidenti). È costituito principalmente dalle materie prime rinnovabili legno e sughero, è certificato PEFC ed è stato insignito dell’etichetta ecologica “Blue Angel”. Il pavimento viene fabbricato in impianti di produzione ultramoderni che soddisfano i requisiti più rigidi di protezione ambientale e di produzione di emissioni, dotati di sistemi di generazione di energia e di riciclo termico propri.

Il pavimento Comfort di EGGER può venire posato anche in bagno?

No, il pavimento Comfort di EGGER non è idoneo alla posa in ambienti fortemente esposti all’umidità come i bagni, le saune o locali simili.

Come reagisce il pavimento Comfort alla sollecitazione esercitata da carichi concentrati?

La qualità elevata del pannello di supporto e lo strato superficiale elastico ad alta densità (con tecnologia cork+) rendono il pavimento Comfort di EGGER altamente resistente alle ammaccature. Grazie all’elasticità del prodotto naturale sughero, dopo essere state sottoposte a pressione le celle di sughero si espandono riacquistando in molti casi la loro forma originale. Allo stesso tempo la composizione del rivestimento elastico impedisce che il decoro e lo strato resistente all’usura si rompano sotto l’effetto di carichi concentrate.

Dove può venire smaltito il pavimento Comfort?

Se il pavimento Comfort di EGGER da smaltire è un rifiuto di cantiere o di progetti di demolizione, il materiale dovrebbe venire riciclato. Se non è possibile, – dato l’elevato valore calorifico pari ad approssimativamente 16MJ/kg – i pavimenti Comfort da smaltire che non possono venire riutilizzati devono essere impiegati come fonte energetica per la generazione di energia di processo e di elettricità (cogenerazione), anziché venire smaltiti in una discarica (codici rifiuto ai sensi del catalogo rifiuti europeo: 170201/030103). Se un utente consegna il pavimento Comfort di EGGER separatamente o assieme ad altri tipi di rifiuti a un’azienda municipale che opera nello smaltimento dei rifiuti, il pavimento dovrebbe essere classificato con i codici per rifiuti domestici 200138 (puro) o 200307 (rifiuto ingombrante). Conformemente a questi codici è possibile anche utilizzare il pavimento a fini termici (consegna in un centro di riciclaggio o direttamente alla centrale termica). Comunque in Europa non è consentito smaltire il pavimento Comfort nelle discariche, ad esempio assieme a detriti.

Domande sui pavimenti Design

Cos’è il pavimento Design?

Il pavimento Design è un prodotto appartenente alla categoria dei rivestimenti modulari multistrato semirigidi per pavimenti, dotato di un mantello resistente all’usura ai sensi di EN 16511:2014.

Cosa significa TPU?

Il TPU (poliuretano termoplastico) è un elastomero termoplastico costituito da segmenti duri e morbidi, un materiale gommoso che, diversamente dalla gomma normale, può venire sottoposto a lavorazione termoplastica.

Il TPU contiene ammorbidenti, ftalati e/o PVC?

Il poliuretano termoplastico utilizzato nei pavimenti Design di EGGER viene prodotto senza l’aggiunta di ammorbidenti, non contiene ftalati ed è completamente privo di PVC. Inoltre la nostra pellicola TPU non produce emissioni VOC e non contiene sostanze pericolose.

Il pavimento Design è antiscivolo?

Sì, a tutte le superfici è applicabile l’assegnazione alla classe tecnica DS “Sicurezza di camminamento” ai sensi del marchio CE. Inoltre il pavimento Design di EGGER ha conseguito la certificazione R10.

Quali sostanze detergenti possono essere utilizzate sulle superfici TPU?

Un prodotto di pulizia e di manutenzione adeguato non forma strati e non penetra aggressivamente nelle zone marginali. L’utilizzo di detergenti inadeguati può causare strati che con il trascorrere del tempo formano sul pavimento una sorta di pellicola annebbiando la superficie. Il nostro detergente per pavimenti specifico Clean-it è stato appositamente sviluppato. È compreso nella nostra gamma di accessori.

Il pavimento Design di EGGER è dotato di proprietà antistatiche?

No, con un accumulo di carica elettrostatica nell’individuo inferiore a 2 kV come valore massimo, ai sensi di EN 1815 il pavimento Design di EGGER non è dotato di proprietà antistatiche.

Il pavimento Design è adatto alla posa nei giardini d’inverno?

Il pavimento Design di EGGER si contraddistingue per una variazione ridotta delle dimensioni in caso di fluttuazioni termiche. Quindi il pavimento è adeguato all’utilizzo nei giardini d’inverno.

Cosa significa incollaggio su tutta la superficie?

Nell’incollaggio su tutta la superficie il rivestimento del pavimento viene completamente incollato al sottopavimento. I singoli elementi del pavimento sono collegati uno all’altro attraverso un collegamento a incastro e vengono posizionati uno a uno e premuti sul letto adesivo. L’incollaggio su tutta la superficie ha una serie di vantaggi: i rumori ambientali vengono migliorati, sono necessari meno profili di movimento, la superficie del pavimento è più resistente alle sollecitazioni, il comfort di camminamento è superiore e la resistenza termica della struttura del pavimento è minimizzata.

Il pavimento Design di EGGER è stato approvato per l’utilizzo in bagno?

Sì, tutti i nostri pavimenti Design sono idonei all’utilizzo in bagno e sono dotati di rispettiva approvazione.

Il pavimento Design può cambiare colore o sbiadire con il trascorrere del tempo?

No, il pavimento Design di EGGER è resistente alle radiazioni UV (luce solare). Nel corso dell’utilizzo non si verificano scolorimenti o sbiaditure dell’immagine del decoro.

A quale classe antincendio appartengono i pavimenti Design di EGGER?

Per quanto concerne la resistenza al fuoco, la classe antincendio dei rivestimenti dei pavimenti deve venire controllata e certificata come parte del contrassegno CE (EN 14041) ai sensi di EN 13501-1. Il pavimento Design di EGGER appartiene alla classe antincendio Cfl–s1.

Come deve venire smaltito il pavimento Design di EGGER?

Se il pavimento Design di EGGER da smaltire è un rifiuto di cantiere o di progetti di demolizione, il materiale dovrebbe venire prima di tutto riutilizzato. Se questo non è possibile, dato il loro elevato valore calorifico, pari ad approssimativamente 16MJ/kg, i pavimenti Design da smaltire, che non possono venire ulteriormente utilizzati, devono venire impiegati come fonte energetica e utilizzati per la generazione di energia di processo ed elettricità (cogenerazione), anziché venire smaltiti in una discarica (codici rifiuto ai sensi del catalogo rifiuti europeo: 170201/030103). Se un utente consegna il pavimento Design di EGGER separatamente o assieme ad altri tipi di rifiuti a un’azienda municipale che opera nello smaltimento dei rifiuti, il pavimento dovrebbe essere classificato con i codici dei rifiuti domestici 200138 (puro) o 200307 (rifiuto ingombrante). Conformemente a questi codici è possibile anche utilizzare il pavimento a fini termici (consegna in un centro di riciclaggio o direttamente alla centrale termica). Comunque in Europa non è consentito smaltire il pavimento Comfort nelle discariche, ad esempio assieme a detriti.

Il pavimento Design di EGGER è idoneo alla posa con riscaldamento a pavimento?

I sistemi di riscaldamento a pavimento riscaldanti e raffreddanti sono idonei se il fabbricante del sistema ne ha approvato l’utilizzo assieme ai pavimenti Design di EGGER. Devono essere dotati di controllo della temperatura a regolazione digitale e in modalità di riscaldamento devono raggiungere una temperatura massima superficiale di 28 °C. Durante il raffreddamento devono mantenere una temperatura superficiale minima di 15 °C. Inoltre è richiesta l’installazione corretta di un sensore,, volto a monitorare eventuali condensazioni.

Come possono venire rimosse le macchie ostinate dal pavimento Design di EGGER?

Le macchie ostinate possono venire rimosse con l’ausilio di solventi commerciali come la benzina rettificata (benzene) o il diluente. Questi prodotti non danneggiano in alcun modo il pavimento Design. Applicare i solventi sempre con un panno e mai direttamente sul pavimento. Garantire un’esposizione sufficiente all’aria fresca e successivamente utilizzare dell’acqua per neutralizzare l’area pulita.

La resistenza termica della superficie TPU è garantita in caso d’intensa esposizione solare?

Sì, la resistenza termica è completamente garantita. Nel caso peggiore la temperatura massima che può raggiungere la superficie di un pavimento nero, esposta al sole, è 70°C.

Quanto è importante la resistenza termica dei pavimenti Design di EGGER?

La resistenza termica dei pavimenti Design di EGGER corrisponde a 0.03 m2K/W, un valore che soddisfa pienamente i requisiti CE (0.15 m2K/W).

Domande sulla posa

Quale pavimento EGGER è adatto al riscaldamento a pavimento?

Tutti i pavimenti EGGER sono adatti al riscaldamento a pavimento, ad acqua calda o a elettricità (la resistenza termica dell’intera struttura del pavimento deve essere < 0.15 m²K/W), se la temperatura richiesta in mandata e la temperatura di funzionamento possono essere controllate digitalmente e se non viene superata e può essere controllata una temperatura superficiale massima di 28°C. Informazioni dettagliate in merito sono disponibili nelle istruzioni d’installazione.

Per il pavimento in laminato esiste una specifica direzione di posa - longitudinale o trasversale?

Le superfici dei pavimenti costituite da tavole singole, come i pavimenti in laminato, Comfort o Design di EGGER, si presentano al meglio se le tavole vengono posate parallelamente all’incidenza della luce. Comunque non esistono indicazioni vincolanti per quanto concerne la direzione di posa. Eccezione: se un pavimento in tavole di legno è stato utilizzato come sottofondo, la posa deve essere effettuata ad angolo retto rispetto all’assito/tavolato.

Come deve venire tagliato il pavimento in laminato?

Il taglio e l’adattamento dei singoli elementi possono essere eseguiti con una sega ad immersione commerciale, una sega circolare da tavola e/o un seghetto da traforo. In ogni caso si raccomanda di utilizzare la dentatura più sottile possibile e di verificare l’idoneità dell’utensile alla lavorazione del legno. La segatura prodotta deve essere aspirata. In alternativa è possibile tagliare gli elementi del pavimento con cosiddetti “punzoni per laminato”.

Quanto scarto (offcut) è opportuno considerare?

Nel caso di posa regolare in ambienti standard con superfici del pavimento quadrate o rettangolari la quantità di pavimento in laminato, Comfort o Design necessaria può venire calcolata con uno scarto medio del 5%. Superficie del pavimento misurata (m2) + 5% di scarto = quantità di pavimento da ordinare (m²).2

Come dev'essere posata l’ultima fila di un pavimento in laminato, Comfort o Design?

Per preparare l’ultima fila da tagliare a misura e da posare, collocare gli elementi del pavimento da installare nella posizione pianificata, esattamente sulla fila che precede l’ultima. Utilizzando una tavola di pavimento residua (larghezza dell’elemento + larghezza del giunto del bordo) è possibile trasferire le strutture della parete sulla tavola del pavimento entro una distanza prescelta. Le tavole del pavimento adattate / tagliate a misura vengono poi premute nella fila che precede l’ultima.

Quando è possibile posare un pavimento in laminato sul massetto?

Quando il massetto soddisfa i criteri richiesti in termini di umidità, uniformità, capacità portante e pulizia (ovvero è pronto per l’installazione). Lo stesso vale per tutti gli altri tipi di sottopavimento.

Dopo l’installazione quando è possibile sottoporre il pavimento in laminato a carichi?

I pavimenti in laminato, Comfort e Design di EGGER posati in modo flottante possono essere utilizzati subito dopo l’installazione.

A cosa serve una barriera al vapore?

La barriera al vapore è una pellicola che protegge il pavimento dalla possibile umidità proveniente dal sottopavimento. In caso di posa flottante dei pavimenti in laminato, Comfort e Design su sottofondi minerali (ad es. massetto / mattonelle) è sempre necessario installare su tutta la superficie, come barriera al vapore, una pellicola che protegge il pavimento dall’umidità con valore SD ≥ 75 m. Nelle aree di giunzione le singole strip devono sovrapporsi di 20 cm.

Cos’è una fuga di dilatazione?

Quando cambiano le condizioni climatiche ambientali (temperatura e umidità dell’aria) tutti i materiali organici a base di legno si muovono (si restringono / rigonfiano). Se si utilizza un numero sufficiente di giunti di dilatazione verso tutti i componenti strutturali fissi, il pavimento finito non venire limitato nei suoi movimenti. Come principio fondamentale vale quanto segue: verso componenti strutturali fissi come pareti, telai delle porte, condotti di tubazioni, pilastri, scale, ecc. devono venire previsti giunti di dilatazione di larghezza compresa tra 8 mm e 10 mm (da 0.31"" da 0.39"").

Il pavimento in laminato è idoneo alla posa su mattonelle?

Sì, se il pavimento di mattonelle soddisfa i criteri di umidità, uniformità, capacità portante e pulizia richiesti - in altre parole se è pronto per la posa.

Come vengono fissati i profili del pavimento sul substrato?

Nella maggior parte dei profili la base (sottoprofilo) predisposta per accogliere il profilo di copertura deve venire installata sul sottofondo mediante fori e viti prima della posa del pavimento in laminato.

Per quanto riguarda l’uniformità, quali linee guida vengono applicate al sottofondo in caso di posa di un pavimento Design di EGGER?

Una deviazione massima dall’uniformità > 2 mm/m sia per la posa flottante, che per l’incollaggio su tutta la superficie.

Quali requisiti / criteri devono avere i sottofondi?

Prima di posare un pavimento è necessario assicurarsi che il sottofondo sia sufficientemente preparato per l’installazione. Il sottofondo deve essere asciutto, pulito, uniforme (massima deviazione dall’uniformità 2.0 mm/m) e in grado di sopportare carichi. Tutti i tipi di massetto, compreso il massetto riscaldato ad acqua calda, le strutture in legno truciolare, i pannelli di fibra e le piastrelle di ceramica sono sottostrati adeguati.

Il pavimento in laminato è idoneo alla posa sotto un angolo cottura?

Naturalmente è possibile posare prima i pavimenti in laminato, Comfort e Design e poi installarvi sopra cucine componibili e armadi integrati. Comunque si raccomanda vivamente di assemblare le cucine componibili e gli armadi integrati prima di posare il pavimento; il pavimento EGGER dovrebbe venire posato solo fino a sotto il pannello dello zoccolo. Questo previene l’eventualità di carichi sbilanciati e di un fissaggio instabile della superficie del pavimento (soprattutto in caso di posa flottante) e semplifica eventuali rimozioni successive.

È possibile sostituire i pannelli danneggiati di un pavimento in laminato?

Sì, se il pavimento in laminato è stato posato in modo flottante.

La moquette è adatta a fungere da substrato isolante per i pavimenti in laminato?

I rivestimenti tessili non sono un substrato adeguato e devono essere sempre rimossi prima della posa dei pavimenti in laminato, Comfort e Design. I pavimenti in moquette possono cedere eccessivamente sotto i carichi; inoltre, per questioni legate alla tecnologia di produzione, la moquette è definita “direzionale”. Questa caratteristica verrebbe trasferita direttamente al pavimento posato in modo flottante. È necessario tenere presenti anche gli aspetti igienici: sotto altri rivestimenti, infatti, i pavimenti di moquette possono marcire.

Tra le stanze (nelle porte) è necessario installare profili di raccordo?

Sì, in caso di posa flottante nelle porte sono sempre necessari profili di movimento. Gli elementi del pavimento devono venire posizionati sul sottoprofilo (base), su entrambi i lati, a una distanza di 8 - 10 mm. Gli interstizi di movimento risultanti vengono coperti dal profilo di copertura.

Nelle stanze grandi sono necessari profili di raccordo?

Sì, in caso di posa flottante dei pavimenti in laminato e Comfort di EGGER nelle stanze di lunghezza/larghezza > 10 m e in caso di posa flottante dei pavimenti Design di EGGER nelle stanze di lunghezza / larghezza > 15 m.

Quali sono le dimensioni massime di una stanza (lunghezza x larghezza) che può venire rivestita senza profili di movimento?

La superficie massima che può venire rivestita con posa flottante senza profili di movimento corrisponde a 10 x 10 m in caso di pavimenti in laminato e Comfort e 15 x 15 m in caso di pavimenti Design.

È obbligatorio installare un sottostrato pieghevole e, se è necessario, quale?

Sì, in caso di posa flottante (solo a utilizzo privato) è necessario installare un sottostrato pieghevole. Per garantire una posa corretta si raccomanda di utilizzare il sottostrato pieghevole Silenzio Duo di EGGER.

Cos’è la posa flottante?

In caso di posa flottante il rivestimento del pavimento viene posato senza collegamento permanente al sottofondo e solo i singoli elementi del pavimento vengono collegati uno all’altro con il sistema a incastro (maschio e femmina). Questo consente al pavimento di muoversi liberamente sul sottopavimento, ovvero di “fluttuare”.

Dove vengono utilizzati i battiscopa?

I battiscopa servono per coprire i giunti di dilatazione verso le pareti e per creare uno zoccolo armonioso. Per trovare la soluzione più adeguata si consiglia di consultare il programma di accessori di EGGER.

È possibile acclimatare il pavimento anche in imballaggi parzialmente aperti?

Sì, gli imballaggi leggermente danneggiati non sono problematici. Ciò che conta è che prima di iniziare l’installazione il pavimento venga depositato nella stanza in cui verrà posato o in una stanza con lo stesso clima.

È necessario rispettare uno spostamento frontale (head offset)?

Sì, l’offset minimo per tutti i pavimenti EGGER è 20 cm. Eccezione: le tavole Long (formato “Long”) hanno un offset minimo di 50 cm.

Quali collanti possono essere utilizzati per incollare su tutta la superficie i pavimenti Design di EGGER e i pavimenti in laminato Aqua+ di EGGER?

Per l’incollaggio su tutta la superficie dei pavimenti Design e dei pavimenti in laminato Aqua+ di EGGER si dovrebbero utilizzare solo i collanti approvati riportati all’indirizzo www.egger.com/downloads. È necessario osservare tutte le specifiche fornite dal fabbricante del collante, ad esempio i tempi di presa e di messa a punto.

Posso installare un pavimento in laminato normale in bagno?

No, solo i pavimenti in laminato Aqua+ di EGGER conformemente classificati possono venire posati / utilizzati nei bagni.

È possibile posare un pavimento in laminato Aqua+ di EGGER o un pavimento Design di EGGER nella cabina di una doccia?

No, il pavimento in laminato Aqua+ di EGGER e il pavimento Design di EGGER sono stati approvati esclusivamente per le aree umide. Le aree umide sono ambienti con un’umidità / esposizione ai liquidi elevata, ma non permanente, e/o un’umidità ambiente periodicamente elevata. Ad esempio sono aree umide i bagni, le cucine, i corridoi e gli ingressi.

Quali prodotti / strumenti supplementari sono necessari per posare un pavimento in laminato?

Grazie al collegamento a incastro posare il pavimento in laminato è una procedura facile e veloce. Il taglio e la messa a punto dei singoli elementi possono essere eseguiti con una sega a immersione commerciale, una sega circolare a tavola o un seghetto da traforo. In ogni caso si raccomanda di utilizzare la dentatura più sottile possibile e di verificare l’idoneità dell’utensile alla lavorazione del legno. La segatura prodotta deve venire aspirata. Indossare un’adeguata protezione per gli occhi e utilizzare una protezione alla ventilazione. In alternativa è possibile accorciare gli elementi del pavimento con cosiddetti “punzoni per laminato”. Per misurare le tavole marginali sono necessari un metro e una squadra pieghevoli. Per determinare la distanza corretta dalle pareti è indispensabile un distanziatore. In base al pavimento e al tipo di substrato sono necessari un sottostrato pieghevole adeguato e una pellicola di protezione dall’umidità (barriera al vapore). Sono indispensabili anche profili per il pavimento e battiscopa per le aree di transizione e per la base delle pareti.

Come deve venire posato il pavimento in laminato attorno ai tubi del riscaldamento?

Innanzitutto è opportuno misurare e contrassegnare la posizione dei tubi sul pannello in laminato (tenere in considerazione anche il giunto di dilatazione). Con l’ausilio di una sega a tazza ritagliare un foro più largo del diametro del tubo di almeno 16 mm. Quindi con un seghetto da traforo tagliare la parte longitudinale esterna del pannello, collocata di fronte al lato della parete, a un angolo di 45° verso il cerchio del foro. Posizionare il pezzo segato e incollarlo al pannello installato precedentemente.

Come si posa il pavimento in laminato sulle scale?

Se vengono posati sulle scale i pannelli in laminato devono venire tagliati in modo corrispondente alle scale e incollati al substrato. Per i bordi / la base delle pareti vengono utilizzati profili per scale (profili da pavimento speciali).

Quando è necessario un livellante e quando è consentito installarci sopra un pavimento in laminato?

I livellanti vengono utilizzati per uniformare le aree non livellate nel substrato d’installazione. Solo quando il substrato e il livellante si sono asciugati / induriti (rispettare le istruzioni del fabbricante!) è possibile procedere con la posa del pavimento in laminato.

Perché il pavimento in laminato viene posato in modo flottante?

Per questioni progettuali e perché, come tutti i materiali organici, il laminato si muove (si restringe / rigonfia) al variare delle condizioni climatiche dell’ambiente. In questo tipo d’installazione il rivestimento del pavimento viene posato senza collegamento permanente al sottofondo e solo i singoli elementi vengono collegati tra loro con il sistema a incastro (maschio e femmina). Quindi il pavimento può muoversi liberamente sul sottofondo, ovvero può “fluttuare”.

Come vengono riparate le aree danneggiate di un pavimento in laminato?

Piccoli danni sulla superficie possono venire camuffati / eliminati con la pasta di riparazione Decor Mix & Fill di EGGER o con prodotti a base di cera dura d’uso commerciale.

Come viene posata la prima fila di un pavimento in laminato?

In base alla direzione di posa pianificata si dovrebbe innanzitutto verificare da quale parte della stanza è opportuno iniziare la posa, in modo da evitare difficoltà connesse con l’installazione. Successivamente è necessario misurare la stanza per determinare se è necessario ridurre la larghezza della prima fila di tavole. La larghezza della prima fila di tavole dovrà venire ridotta se, in base ai calcoli, l’ultima fila risulta essere più stretta di 5 cm. Il metodo di posa della prima fila o delle prime due file dipende dal sistema a incastro utilizzato. Seguire le istruzioni d’installazione.

Perché il pavimento in laminato deve venire immagazzinato all'interno della stanza per 48 ore?

Per essere sicuri che gli elementi del pavimento in laminato si adeguino al clima dell’ambiente, che la loro espansione si sia stabilizzata e che l’incastro / il bloccaggio degli elementi funzioni in modo ottimale.

Il substrato deve essere piano e uniforme?

Il substrato deve essere adeguatamente preparato per la posa, ovvero il sottofondo deve essere asciutto, in grado di sopportare pesi, piano e pulito. Utilizzare un misuratore di massimo 2 mm (deviazione verticale) a intervalli di 100 cm. In caso di deviazioni superiori adottare misure adeguate (ad esempio miscele autolivellanti).

Prima della posa è necessario rimuovere anche il collante che è stato utilizzato per applicare la moquette?

Il substrato deve essere adeguatamente preparato per la posa, ovvero il sottofondo deve essere asciutto, in grado di sopportare carichi, piano e pulito.

Il pavimento in laminato può venire verniciato a posteriori?

No, la superficie completamente e permanentemente sigillata di un pavimento in laminato, prodotta con il livello di brillantezza stabilito, non può venire né lavorata, né nuovamente sigillata. Verniciare o sigillare a posteriori un pavimento in laminato non è né necessario, né consentito.

Come si ripara un graffio profondo?

Attualmente non ci è noto alcun procedimento in grado di rimuovere completamente simili graffi. Comunque il graffio può venire laminato e riempito con uno stick di vernice per ritocchi.

È necessario lasciare un margine / un’intercapedine dalla parete?

Sì, quando si posano i pavimenti EGGER è necessario lasciare un’intercapedine dalla parete di almeno 8 - 10 mm per permettere al pavimento di muoversi / espandersi e per assicurare che il suono si scinda dalla struttura restante (dalle pareti). In caso di stanze di dimensioni superiori alla media e/o di condizioni climatiche speciali / fluttuazioni si raccomanda di aumentare rispettivamente la distanza dalla parete. Di norma con i battiscopa comunemente reperibili in commercio è possibile coprire intercapedini dei bordi grandi fino a 17 mm.

Cos’è il rumore ambientale?

Con il termine rumori ambientali s’intendono i rumori che si formano e vengono percepiti quando si cammina su un pavimento in un ambiente.

Cosa sono i rumori d’impatto?

I rumori d’impatto sono i rumori che si formano quando si cammina su un pavimento, che vengono percepiti nelle stanze situate ai piani inferiori.

A cosa servono i profili del pavimento?

I profili del pavimento sono necessari per coprire i passaggi, le finiture dei bordi e le aree dei giunti d’espansione. In caso di posa flottante nelle porte e nelle stanze di lunghezza superiore ai 10 m sono sempre necessari profili di movimento. Posizionare gli elementi del pavimento in laminato sul sottoprofilo (base), su entrambi i lati, a una distanza di 8 - 10 mm. I giunti di movimento risultanti vengono coperti dal profilo di copertura.

Quale substrato è idoneo alla posa di un pavimento in laminato?

Prima della posa è opportuno verificare se il substrato è stato preparato adeguatamente. Il sottofondo deve essere asciutto, piano, pulito e portante. Sono substrati adeguati tutti i tipi di massetto, compresi i massetti riscaldati ad acqua calda, le strutture in legno truciolare, i pannelli di fibra, il PVC, il linoleum, i pannelli in pietra naturale e le piastrelle di ceramica.

Come viene fissato il pavimento in laminato nella parete?

Il pavimento in laminato EGGER può essere utilizzato anche per rivestire le pareti o parti di pareti. Informazioni dettagliate in merito sono disponibili all’indirizzo www.egger.com/flooring/installation.

Il pavimento in laminato può essere carteggiato se la superficie è danneggiata?

No, il pavimento in laminato non può essere carteggiato. Comunque è possibile sostituire i singoli pannelli.

È possibile tagliare il pavimento Design di EGGER con un coltello?

Tagliarlo completamente con un coltello non è possibile. Comunque è possibile accorciare i pannelli del pavimento Design tagliando la parte anteriore e posteriore, da entrambi i lati, con un cutter e piegandolo in modo controllato oltre il margine di rottura.

È possibile installare sulla parete anche il pavimento Design di EGGER?

Sì, i pannelli del pavimento Design di EGGER possono essere installati sulle pareti con l’ausilio di un semplice sistema d’installazione (listelli per la struttura sottostante + clip di fissaggio).

In caso di esposizione diretta al sole il pavimento Design di EGGER si riscalda talmente da ammorbidirsi e non consentire l’accesso?

No, è impossibile.

A quanto corrisponde la massima deviazione di uniformità consentita per il sottofondo?

La deviazione di uniformità massima corrisponde a < 2 mm/m.

Cosa sono i componenti strutturali fissi?

Sono, ad es., pareti, telai di porte, tubi, pilastri e scale.

Quale valore di umidità dell’aria deve essere raggiunto prima, durante e dopo la posa?

Un’umidità relativa dell’aria compresa tra il 40 % e il 70 %.

Quale temperatura dovrebbe avere la superficie prima, durante e dopo la posa?

Il pavimento dovrebbe avere una temperatura superficiale di almeno 15°C.

Il pavimento Design deve venire acclimatato prima della posa?

Sì, per 48 ore, perché viene utilizzato un pannello portante a base di legno (pannello portante UWF).

È possibile posare un pavimento in laminato sopra il pavimento vecchio?

Il pavimento in laminato può venire posato sopra i pavimenti esistenti, ad es. i pavimenti in PVC, linoleum, in lastre di pietra naturale o mattonelle di ceramica, se essi sono ancora in uno stato idoneo e se vengono considerati pronti per la posa in conformità alle istruzioni d’installazione del pavimento in laminato. Tutti gli altri rivestimenti del pavimento preesistenti e soprattutto i pavimenti in tessuto devono venire sempre rimossi.

Sono necessarie delle zone antisporco?

È possibile posare un pavimento in laminato sopra il pavimento vecchio? Il pavimento in laminato può venire posato sopra i pavimenti esistenti, ad es. i pavimenti in PVC, linoleum, in lastre di pietra naturale o mattonelle di ceramica, se essi sono ancora in uno stato idoneo e se vengono considerati pronti per la posa in conformità alle istruzioni d’installazione del pavimento in laminato. Tutti gli altri rivestimenti del pavimento preesistenti e soprattutto i pavimenti in tessuto devono venire sempre rimossi.

I pavimenti in laminato, Comfort e Design di EGGER sono adatti alla posa e all’utilizzo vicino a stufe a legna?

In questo caso devono venire osservate le distanze minime da stufe / stufe a legna prescritte dai regolamenti UE e dalle regole edilizie nazionali.

Cosa s’intende con il termine “resistenza termica”?

La resistenza termica (unità: m² K/ W) è la resistenza di un componente strutturale alla trasmissione del calore. Quanto più grande è il valore, tanto migliori sono le caratteristiche d’isolamento. Per non compromettere le prestazioni termiche in caso di posa su un sistema di pavimento con riscaldamento ad acqua calda, la resistenza termica della struttura del pavimento (superficie del pavimento + stuoia isolante) non dovrebbe superare 0.15 m2 K/W.