Personalità dinamiche si raccontano...

Joan-Rubio-II-226x130.jpg

Joan Iborra Rubio
Tecnico di gestione dell'energia, stabilimento di Hexham, Gran Bretagna

In azienda dal 2013

Può descrivere la Sua carriera scolastica e professionale, in particolare i diversi ruoli che ha assunto fino a questo momento all'interno dell'azienda EGGER?

Ho frequentato un corso di laurea M.Sc. in ingegneria chimica all'Università Politecnica di Valencia e in seguito ho conseguito il mio diploma di master alla Scuola Superiore Tecnica Reale di Stoccolma. Durante i miei studi ho svolto due tirocini; uno nel laboratorio di un ospedale pubblico, l'altro nei dipartimenti di controllo della qualità e di ricerca e sviluppo di un produttore di detersivi e disinfettanti.


Dopo aver conseguito il mio titolo di studio mi sono trasferito in Inghilterra. Per migliorare le mie conoscenze linguistiche ho lavorato temporaneamente alla reception di un hotel di Londra. Ho fatto domanda di lavoro come ingegnere in tutta l'Inghilterra, finché è stato indetto un concorso per un posto di lavoro presso la sede EGGER di Barony, posizione per cui ho presentato originariamente la mia candidatura. Quando il reparto del personale che aveva valutato la mia candidatura mi ha chiamato sono rimasto molto sorpreso. Nel settore Calore ed energia dello stabilimento di Hexham c'era un posto vacante e gli addetti del personale pensavano che si adattasse meglio alle mie capacità e alla mia esperienza.


Di seguito ho sostenuto un colloquio di lavoro presso la sede EGGER di Hexham, ho partecipato a una visita guidata dello stabilimento e infine ho ricevuto un'offerta: iniziare a lavorare come tirocinante nello stabilimento di Energia a partire dall'aprile del 2013. Solo un anno più tardi, nell'agosto del 2014, dopo aver imparato tutto sull'impianto di energia e sui reparti collegati, sono diventato tecnico di gestione dell'energia.

Perché ha scelto EGGER come datore di lavoro?

Devo confessare che non sapevo molto di EGGER prima di iniziare a lavorarci.

Dopo aver esaminato il posto vacante ed essermi informato un po', però, ho capito che EGGER è una grande azienda di produzione internazionale - proprio il tipo di azienda che stavo cercando. Per questo ho fatto domanda di lavoro.

Quando mi recai al colloquio nello stabilimento capii che avrei lavorato volentieri per EGGER. Durante il colloquio mi è stato illustrato più dettagliatamente il programma sviluppato per i tirocinanti. Ho appreso che avrei lavorato con l'energia: il mio obiettivo professionale di sempre!

Nonostante lavorare con l'energia fosse il criterio più importante, anche le dimensioni e l'equipaggiamento high tech dello stabilimento mi colpirono molto. Lo stabilimento mi fece un'ottima impressione e sperai di ricevere un'offerta di lavoro.

Può descrivere le prime settimane e i primi mesi di lavoro in azienda.

Le prime settimane e i primi mesi sono stati caratterizzati da un continuo processo di apprendimento; l'ho affrontato accompagnato dal mio superiore, il direttore dell'impianto di energia, e dall'assistente per l'Energia e l'Ambiente. Nelle prime settimane ho seguito a ogni passo il mio collega e ho trascorso parecchio tempo con il nostro operatore per comprendere il processo di produzione del truciolare grezzo e il funzionamento dell'impianto di energia. In quel periodo sono stato spesso incoraggiato a porre domande per acquisire quante più informazioni possibile.

Dato che fino a quel momento non sapevo assolutamente nulla sul processo di produzione del truciolare grezzo, si è trattato di un periodo molto impegnativo. Ma grazie all'aiuto e all'appoggio che ho ricevuto sono riuscito ad acquisire un'ampia conoscenza di base.

Poco dopo aver iniziato, l'impianto di energia è stato rimesso in funzione. Per me si è trattata di un'occasione unica, che mi ha permesso di lavorare in un team di persone appartenenti a settori specialistici diversi: i colleghi dei reparti Elettrica e Meccanica, ma anche persone provenienti da altri stabilimenti del Gruppo EGGER, nonché esperti esterni con specializzazioni diverse. Discutere e collaborare con loro nell'ambito di questo progetto mi ha consentito di apprendere ulteriori nozioni sui processi attuati da EGGER e in particolare sull'impianto di energia.

Quali sono al momento i Suoi compiti e le Sue responsabilità principali?

Attualmente, in quanto tecnico (in gestione dell'energia) sono responsabile dell'amministrazione e del reporting dell'impianto di energia e supporto l'attività e il monitoraggio della rete di olio termale.

Controlliamo il calore generato nello stabilimento per gli utenti interni. Inoltre sono responsabile del monitoraggio e della pianificazione del consumo di energia fornita da enti esterni (ad esempio elettricità e gas naturale). Per poter amministrare e controllare meglio tutte le fonti di energia che utilizziamo, lavoro all'introduzione di un sistema di gestione che ci aiuti a ottimizzare il consumo di energia nella sede e a identificare i potenziali di risparmio per aumentare l'efficienza nello stabilimento.

Ma collaboro anche con il reparto per la sicurezza, la salute e l'ambiente qualora sia necessario adempiere a requisiti di carattere ambientale (ad esempio per la rendicontazione UE sulle emissioni, oppure l'accordo internazionale sui cambiamenti climatici).

Quali aspetti del Suo lavoro Le piacciono di più?

Del mio lavoro mi piace veramente tutto, soprattutto la sua varietà. Non è limitato a un ambito circoscritto dell'ingegneria, ma mi consente di partecipare a una serie di progetti diversi. Una delle attività che svolgo particolarmente volentieri è il monitoraggio del consumo di energia specifico della sede. Quando si redigono bilanci termici si visionano diversi processi ed è possibile riconoscere potenziali di miglioramento. Inoltre mi piace il lavoro progettuale perché ho la possibilità di collaborare con persone con background diversi. Questo mi permette di acquisire conoscenze in ambiti nei quali usualmente non lavoro e di osservare i processi da altre prospettive.

Secondo Lei cosa rende EGGER un buon datore di lavoro?

Sostanzialmente penso che EGGER sia un'azienda che si occupa del benessere dei suoi collaboratori: è un aspetto che ritengo molto importante. EGGER offre a ognuno l'opportunità di svilupparsi e di fare carriera all'interno dell'azienda. Ad esempio nei miei due anni di lavoro trascorsi in azienda ho frequentato diversi corsi di formazione che mi hanno aiutato e continuano ad aiutarmi a sviluppare le mie competenze. Da poco partecipo a Startklar, il programma di formazione per giovani dirigenti del Gruppo EGGER. Esso mi offre l'opportunità di collaborare con colleghi di diverse sedi e di imparare dalle loro esperienze. Il programma prevede anche la visita dei più grandi stabilimenti del Gruppo.

Cosa Le piace di più di Hexham, dell'ambiente, della vita, delle mete di escursione, ecc.?

Vivo volentieri a Hexham perché è una cittadina tranquilla che mi offre tutto ciò di cui ho bisogno. Inoltre Hexham non dista molto da Newcastle. Di tanto in tanto ci vado a fare spese, a guardare una partita di calcio, o a trascorrere la giornata. Anche la parte storica del Northumberland mi piace molto: le rovine romane, i castelli e lo splendido paesaggio. Ma la cosa migliore sono sicuramente le persone. In base alla mia esperienza personale gli abitanti del nordest dell'Inghilterra sono molto amichevoli e aperti. Ti fanno sentire il benvenuto e questo è molto importante per me.

torna alla panoramica